IDEAL STANDARD

Zingaretti, "inaccettabile chiusura Roccasecca"

"Nel 2014 - scrive nella lettera il presidente della Regione Lazio - a seguito della scelta aziendale di procedere alla chiusura del sito di Orcenico (Friuli Venezia Giulia), la societa' garantiva la continuita' produttiva presso i siti di Trichiana (Veneto) e Roccasecca (Lazio) mettendo in atto una ristrutturazione organizzativa - contenuta nel Piano Industriale 2015-2017- che prevedeva investimenti idonei a rinnovare l'offerta dei prodotti e a migliorare la performance di processo. Nel frattempo, al fine di salvaguardare l'occupazione, l'azienda ha fatto ricorso al Contratto di Solidarieta' per i lavoratori del sito di Roccasecca (terminata nel 2014) e ha sottoscritto un contratto di secondo livello (il cui rinnovo avrebbe dovuto esserci a dicembre 2017) per ridurre il costo di lavoro. Lo stabilimento di Roccasecca, con un organico di 316 lavoratori, e' il fiore all'occhiello di Ideal Standard. Si posiziona come centro di eccellenza Europeo per la produzione di modelli complessi dedicati a vasi e bidet su tecnologia gesso. In occasione dell'ultimo incontro tenutosi presso il Ministero dello Sviluppo Economico il 13 novembre scorso, abbiamo invitato l'azienda a fornirci il piano industriale necessario per sostenere il gli investimenti sullo stabilimento. Apprendiamo oggi che l'azienda ha cambiato idea: anziche' procedere con gli investimenti ha deciso di chiudere lo stabilimento. Questa decisione e' inaccettabile perche' toglie ogni prospettiva agli oltre 300 lavoratori attualmente occupati".

Categoria: