TURISMO

ODG Terme e Colli Euganei: proseguono gli incontri per la gestione integrata del turismo

Si sono riuniti, presso Villa Bassi-Rathgeb di Abano Terme, i membri della cabina di regia dell’Ogd “Terme e Colli Euganei”, l’organizzazione nata da alcuni mesi per gestire in modo integrato, promuovere e coordinare l’offerta turistica dell’area termale.

Dodici le riunioni avvenute negli ultimi cinque mesi: amministratori pubblici, operatori e stakeholder hanno discusso di modelli organizzativi, forme di finanziamento, prodotto​​ turistico, ​​marchio ​​di ​​destinazione​ ​e ​​piano ​​di ​​marketing.
«Un lavoro intenso che mira a promuovere un’intera destinazione turistica anziché una singola località, passando dall’egoturismo all’ecoturismo» ha detto Carmen Gurinov, assessore del Comune di Battaglia Terme. “Il calendario è stato fitto ma per noi amministratori è stato come andare a scuola di turismo” ha aggiunto Resy Bettin, assessore del Comune di Torreglia.
Protagonisti il sindaco di Montegrotto Riccardo Mortandello - Comune capofila del progetto - gli assessori Francesco Pozza, Carmen Gurinov e Resy Bettin per i Comuni di Abano, Battaglia Terme e Torreglia, i rappresentanti delle categorie economiche e dei consorzi dell’area termale. A coordinare gli incontri ​Diego Gallo e il team di Etifor, spin-off dell’Università di Padova​, assieme a Stefano Ravelli​, presidente dell’Azienda per il Turismo della Valsugana Lagorai, ​Manfred Canins​, ex direttore del Consorzio Turistico Alta Badia e ​Robert Seppi, ex direttore dell’Azienda ​​di ​​Soggiorno ​​e​ ​Turismo​ ​di ​​Bolzano.

Al via ora la seconda fase che prevede due cicli di incontri: il primo rivolto alle categorie economiche coinvolte nel sistema turistico, l’altro destinato ad amministratori e associazioni attive in eventi e servizi turistici. Tra i temi degli incontri il Progetto Veneto Med Bike Park, nato per sviluppare il cicloturismo ​​leisure​​e ​​sportivo. A partire da venerdì 17 novembre al Museo del Vino di Vo’, si prosegue il 20 al Palazzo della Loggetta di Monselice, il 21 all’Istituto alberghiero “Pietro d’Abano” e si chiude il 22 nella sede dell’ente Parco Colli a Este.
Nella fase conclusiva del progetto, verranno individuati i progetti da attualizzare e le azioni di marketing da implementare per realizzare un turismo responsabile che difende l’ambiente, crea lavoro e tramanda la cultura locale.

Alessia Crivellaro

Categoria: