IL SUPERDOG

Il tappetino assorbente come insegnare al cane ad usarlo

Ciao a tutti voi cari lettori, eccoci con nuovo articolo dedicato ai nostri amici a 4 zampe.

Nell’articolo precedente vi ho spiegato come insegnare al cane, soprattutto al cucciolo, a fare i bisogni fuori casa, e vi ho detto che la cosa più importante è quella di portarlo fuori molto spesso così da fare in modo che lo spazio fuori casa diventi la sua zona preferita per fare i bisogni. Però spesso questo non è possibile, perché il proprietario a causa degli orari di lavoro, non ha la possibilità di portare di farlo e quindi ha la necessità che il cane/cucciolo impari a fare i bisogni sui cosiddetti tappetini assorbenti.
Questo è possibile, ma attenzione: il panno deve essere una cosa da utilizzare sempre, come unica possibilità di luogo del cane per fare i bisogni! Quando si torna a casa, occorre sempre portarlo fuori a passeggiare e fare le sue cose… il panno deve essere utilizzato dal cane solo nel caso in cui non riesca a trattenere la pipì/popò durante l’assenza del proprietario.
Ma veniamo al dunque…. Come insegnare al cane a utilizzare il panno assorbente? Anzitutto bisogna limitare il numero dei panni sparsi in giro per casa ad uno soltanto! Spesso infatti proprietari mettono diversi panni in vari punti della casa, per dare più possibilità al cane di farla dove si sente, ma è sbagliato. E’ giusto far identificare un solo posto dove il cane deve andare a fare i bisogni, una volta scelto il posto (meglio vicino la porta che da sul terrazzo, oppure la porta d’uscita), mettete il tappetino a terra e se al vostro ritorno il cane ha fatto la pipì in un'altra zona, non rimproveratelo, semplicemente tagliate un angolino del panno assorbente, intingetelo nella pipì del cane e posizionatelo sopra il tappetino dove volete che faccia i bisogni. In questo modo il tappetino avrà l’odore della pipì e il cane sarà stimolato a farla lì.
Un piccolo accorgimento: non pulite la pipì sul pavimento con verichina o ammoniaca perché, la pipì del cane è simile all’odore dell’ammoniaca, quindi mentre voi pensate di eliminare meglio l’odore usandola, fate esattamente il contrario, stimolando il cane a rifarla propio lì.
Dopo pochi giorni vedrete che il cane inizierà a sporcare sul panno. Quando vi accorgerete che il cane ha fatto i bisogni sul tappetino assorbente, non buttate via tutto panno per sostituirlo con un uno bello pulito e profumato, altrimenti togliete al cane il punto di riferimento. Prima di buttarlo, ritargliatene un pezzetto intriso di pipì, e posizionatelo nuovamente sopra il panno pulito.
Con il tempo è probabile che quest’accorgimento non sarà più necessario ma all’inizio si.
Vi accorgerete presto che, anche quando siete in casa, il cane si avvicinerà al panno e voi potrete velocemente mettergli il guinzaglio e farlo uscire per fare i bisogni. All’età di circa 6/7 mesi, potrete iniziare a togliere il panno mentre siete presenti in casa, così che quando vedrete il cane avvicinarsi alla porta per fare la pipì (perché lì si trovava il panno), saprete che gli scappa e potrete portarlo fuori!
Bene, anche oggi spero di avervi dato consigli utili! Per ora vi saluto e vi ricordo che per approfondire gli argomenti trattati potete scrivere alla casella info@ilsuperdog.it o collegarvi al sito www.ilsuperdog.it
Vi aspetto la prossima settimana con un nuovo articolo,
Tanja Gattolin
Educatore cinofilo.

di TANJA GATTOLIN

Categoria: