SALUTE FEMMINILE

“Verso le donne” a bologna il 21 settembre Sky Italia social partner di Komen Italia

Il Programma Nazionale Itinerante di Promozione della Salute Femminile fa tappa al quartiere San Donato – San Vitale

Arriva il 21 settembre a Bologna il progetto “VERSO LE DONNE”, villaggio itinerante dedicato alla promozione della Salute Femminile. Si tratta di un’iniziativa di Susan G. Komen Italia, alla quale partecipa Sky Italia rinnovando, per il quarto anno consecutivo, la collaborazione con la Onlus impegnata da 17 anni nel campo della lotta ai tumori al seno.
 
La media partnership di Sky alla Race for the Cure, giunta alla sua 11esima edizione bolognese, si arricchisce quest’anno trasformandosi in una forma diversa e innovativa di partecipazione. Con il sostegno al progetto “VERSO LE DONNE” si vuole promuovere la salute attraverso l’educazione dei cittadini alla prevenzione e al mantenimento del benessere psico-fisico, con un impegno specifico sul territorio atto a favorire lo sviluppo di più efficaci sinergie nel campo della salute e del welfare.

L’iniziativa, inaugurata lo scorso 16 maggio a Roma con il taglio del nastro della Ministra della Salute Beatrice Lorenzin, farà tappa nel quartiere San Donato – San Vitale di Bologna giovedì 21 settembre. Si offriranno visite senologiche strumentali di prevenzione a donne di contesti socio-economici più sfavorevoli, oltre che incontri formativi nelle scuole e sessioni di sensibilizzazione aperte a tutti. Il “Villaggio della Salute” raggiungerà complessivamente otto quartieri di cinque città, per raggiungere un pubblico più vasto a cui offrire informazione e prevenzione.

L’informazione sui rischi del tumore al seno, che colpisce ogni anno moltissime donne (e anche gli uomini seppure in misura notevolmente minore), sono strumenti indispensabili a ridurne la mortalità.
 
Sky, media company leader in Europa e saldamente radicata in Italia da 14 anni, ribadisce anche in questa occasione il proprio impegno culturale e sociale nel Paese. Il supporto a iniziative concrete sul territorio e il sostegno all’informazione scientifica rappresentano il migliore esempio di responsabilità sociale per un operatore di comunicazione impegnato a dare un contributo concreto allo sviluppo del Paese.

di FEDERICA PAGLIARONE

Categoria: