Politica - Ciambetti

Solidarietà al collega Barbisan

Invito a tutti a non sottovalutare la carica di violenza che agita alcune frange dell'estremismo

La solidarietà al collega Riccardo Barbisan è doverosa e offre a noi tutti l’occasione per ripetere ancora una volta il nostro no alla violenza politica, il rifiuto di ogni intimidazione e provocazione violenta. La violenza occupa lo spazio lasciato vuoto dall’intelligenza”. Così Roberto Ciambetti, Presidente del Consiglio regionale del Veneto ha voluto “censurare senza tentennamenti l’indegna aggressione subita dal consigliere regionale leghista accerchiato da esponenti del centro sociale Diango di Treviso. L’aggressività con cui è stato attaccato Barbisan non va assolutamente sottovalutata: è il segnale di una malattia che sta trovando nuovi adepti privi di argomentazioni e capacità dialettica quanto lesti nel menare le mani. Abbiamo già visto in passato a cosa possa portare questo  voler trasformare in rissa violenta  il confronto politico e non possiamo accettare un ritorno al passato che portò soprattutto nel nostro Veneto dolore e anche morte. Nessuno deve sottovalutare la carica  di violenza che agita alcune frange dell’estremismo.

Categoria: